Juno&Juliet: il libro d'esordio di Julian Gough su due gemelle da amare

di Emanuela Brumana

Una storia intensa, due protagoniste che rubano il cuore e un mistero da svelare: tutto questo nel libro edito Sagoma Editore.

Esce, edito Sagoma Editore, il romanzo d’esordio diJulian Gough, scrittore e frontman della band Toasted Heretic. Juno&Juliet, questo il titolo, promette di essere unalettura frizzante perfetta per l’estate. Ambientato in Irlanda, il romanzo racconta il primo anno di università di due splendide sorelle: Juno e Juliet. Due caratteri diversi racchiusi in un corpo identico: le ragazze sono infatti gemelle, ma Juliet, voce narrante della storia, sente un abisso di differenze che la separa dalla sorella. Juno è spigliata, buona, comprensiva, organizzata, fidanzata. Lei è un casino, deconcentrata, pungente, impulsiva. E proprio per questo, il lettore la ama già dalla seconda riga della storia.

Dopo un inizio pacatamente improbabile, le due si stabilizzano, conoscono quei loschi figuri tipici dei primi anni di università, si fanno amici e amori contorti. Juliet, soprattutto, guarda con occhi estasiati David, il professore del seminario di Inglese Moderno che, tra una citazione e una lezione, si rivela essere incasinato quasi quanto lei.

A rendere più frizzante la storia ci si mette un mistero: cominciano ad arrivare lettere anonime indirizzate a Juno. Uno spasimante segreto? Uno stalker? Il tono sempre più violento delle lettere fa preoccupare le due gemelle, che tra una lezione e un flirt, tendono a dimenticare la questione, che striscia però al di sotto degli eventi, per ripresentarsi inaspettata.

La cosa fenomenale dell’opera è che, pur essendo scritta da un uomo, riesce a reggere una narrazione in prima persona del personaggio femminile non perdendo mai di credibilità. I dubbi, le paranoie, le paturnie, i sentimenti escono sinceri e arrivano coinvolgenti al lettore.

Il romanzo riporta ai primi di indipendenza, quando gli amori sembravano assorbirti e quando tutto risultava amplificato da un mondo nuovo, tutto da scoprire. La storia è fresca e leggera, non cade mai nel banale proprio per via del caratterino della protagonista, che strappa sorrisi, riflessioni e persino qualche lacrima.

Sicuramente, in vacanza, si ha voglia di libri più leggeri e questo deve finire nelle valige di quei lettori che sono in cerca di un libro ben scritto, onesto, non banale e che certo non si dimentica proprio per via dello stile brillante e della storia intensa e imprevista.

Insomma, proprio un bel libro!