The Dome: la recensione del romanzo di Stephen King da oltre 1000 pagine

di Chiara Poli

The Dome è un romanzo lungo e articolato, complesso e sorprendente. Un racconto corale fondato sulla vera specialità di Stephen King: i personaggi. Scopriamolo insieme, ricordando anche l'omonima serie TV a cui ha dato vita.

Indice

Ambientato nel Maine, sede principale dei romanzi de Re, The Dome ci racconta l'evento incredibile che coinvolge la cittadina di Chester's Mill: una cupola trasparente cala all'improvviso sulla città, isolandola dal resto del mondo e tranciando in due tutto ciò che si trova sulla sua circonferenza.

Da quel momento, gli abitanti si trovano all'interno di una trappola inspiegabile, invisibile ma mortale. Gli aerei si schiantano contro la cupola, persone e animali rimangono uccisi solo per essersi trovati sul confine del territorio della cupola nel momento sbagliato e le famiglie rimangono divise.

Nessuno può entrare o uscire. L'ex marine Dale Barbara guida un gruppo di residenti determinati a trovare una via d'uscita dalla cupola, ma il tempo non è infinito.

L'aria sta per finire, e il destino di Chester's Mill è nelle loro mani...

Una storia lunga e articolata

The Dome è un romanzo lungo, che supera le 1000 pagine. Un romanzo ricco di suspense, di mistero, di tensione ma soprattutto - in puro stile Stephen King - ricco di personaggi degni di nota.

Sotto la cupola che opprime Chester's Mill ci sono tutti: buoni e cattivi. Onesti e criminali. Altruisti e sadici. Vittime e carnefici.

Il microcosmo della cittadina si compone di persone di ogni genere, che continuano a commettere i loro crimini e a portare avanti i loro piani malvagi a dispetto di tutto e tutti.

L'equilibrio, in una situazione di tensione e di paura come quella causata dall'arrivo della cupola, è più fragile che mai. E in questo microcosmo, tutti i personaggi giocano un ruolo fondamentale.

Stephen King, si sa, è maestro di racconti corali, di descrizione dei caratteri e delle piccole e grandi follie che affliggono i suoi personaggi e tutti coloro che vi entrano in contatto.

The Dome è la storia di un gruppo di persone messe di fronte alla comparsa e inspiegabile di qualcosa di eccezionale. La storia dell'uomo alle prese con un mistero che non è in grado di comprendere, e forse nemmeno di sconfiggere.

Uomo contro uomo

Il principio è lo stesso che regola la narrazione di un'invasione aliena o di un'epidemia zombie: si prende l'essere umano e lo si mette di fronte a una situazione completamente fuori da quel mondo ordinario in cui si è abituato a vivere. E lo si osserva mentre reagisce a quella situazione.

La premessa narrativa di The Dome è davvero eccezionale. La curiosità ci spinge a leggere senza sosta le oltre 1000 pagine di un romanzo che non ci lascia mai tirare il fiato, spingendoci verso una spiegazione inattesa.

Attenzione, però: il finale delude, ma solo nella sua ultima parte. C'è una decisione, sostanzialmente - e non la spiegazione sul mistero della cupola, lo preciso - che mi ha lasciata insoddisfatta. Si tratta veramente dell'ultimo passaggio, di cui non vi posso parlare esplicitamente per evitare spoiler. Lo segnalo solo perché, magari, essendo preparati potreste prenderla in un altro modo e godervi appieno questo lungo viaggio attraverso le pagine.

Affinché la lettura, immersi in un'avventura straordinaria, non ne venga compromessa: The Dome è un romanzo appassionante, dall'inizio a un istante, solo un istante, prima della fine.

The Dome: romanzo-serie TV 10 a 1

Molto più appassionante e riuscito, per esempio, della sua trasposizione televisiva: potrà piacere ai neofiti della storia, ma certamente non a chi ha già letto il romanzo.

I personaggi, nell'omonima serie TV che ha avuto successo probabilmente grazie proprio al mancato confronto con il libro da parte dei suoi spettatori, vengono profondamente snaturati e come ho già scritto, i personaggi qui sono tutto.

Affondando le sue radici nel classico di Richard A. Lupoff: Trenta milioni bruceranno vivi, The Dome ci riporta alle origini di un certo tipo di horror, di fantascienza e di dramma sociale che ha fatto la fortuna delle storie degli anni '50 e '60.

Stephen King aggiorna il genere, portandolo ai giorni nostri, o meglio ai giorni di oltre 10 anni fa, visto che The Dome è uscito nel 2009.

E per il 99% del suo percorso, è davvero ineccepibile. Vi farà ritrovare lo Stephen King dei vecchi tempi, quello che avete conosciuto e amato - se avete la mia età - alcuni decenni fa.

Leggetelo e giudicate voi stessi: comunque vada, The Dome lascerà il segno nelle vostre vite.

The Dome di Stephen King
FrasiX
VOTO8 / 10

The Dome è un romanzo lungo e appassionante, fondato sulla vera specialità di Stephen King: i personaggi. Un racconto corale che ci tiene col fiato sospeso fino alla fine, e una scioccante rivelazione