Appunti di grammatica per capire se scrivere ciliegie o ciliege
Indice

Ciliegie o ciliege?

di Elisabetta Rossi

La ciliegia è tra i frutti estivi più amati ma come si scrive al plurale? Ciliegie o ciliege? Nel nostro articolo vi spieghiamo qual è la forma corretta da usare.

  • Opzione correttaCiliegie
  • Opzione correttaCiliege
Indice

Frutto estivo amatissimo, perché succoso e leggero, la ciliegia suscita dei grandi dubbi grammaticali per quanto riguarda il modo in cui si scrive al plurale. La forma giusta è ciliegie o ciliege?

Nel nostro articolo siamo pronti a fornirvi ogni spiegazione in merito, in modo tale che non corriate più il rischio di commettere degli errori.

Come si scrive ciliegie o ciliege?

Il modo giusto in cui scrivere il termine nella versione al plurale è ciliegie, quindi con la i. Questo perché risponde a una regola grammaticale piuttosto semplice da ricordare: tutte le parole che presentano la sillaba – cia o – gia sul finale preceduta da vocale, mantengono la i al plurale. Se invece la sillaba è preceduta da consonante, perde la i (ad esempio provincia diventa province).

Va precisato tuttavia che negli ultimi anni è stata ritenuta ammissibile dall’Accademia della Crusca anche la forma senza la i, dunque ciliege, a dimostrazione di come la nostra lingua sia in continua evoluzione.

Significato di ciliegie

Come sempre riportiamo quanto scritto sul Dizionario Italiano della Garzanti alla voce corrispondente per scoprire il significato esatto del termine:

s. f. [pl. – gie o – ge] il frutto rosso e tondeggiante del ciliegio.

Come vedete, anche il vocabolario sottolinea l’ammissibilità del plurale nella versione senza la – i.

Vi è piaciuto il nostro articolo? Se sì, condividetelo con i vostri amici.

Vogliamo la tua opinione!