Indice

10 omicidi da mettere sotto l’albero di Natale

di Simone Alvaro Segatori

Natale, con la sua atmosfera carica di gioia, cibo e speranza, è il momento migliore per commettere l'omicidio perfetto. Lo sanno bene i più grandi giallisti del mondo che non hanno perso occasione per misurare i loro investigatori con le feste natalizie!

Indice

Natale è alle porte, ma accanto a chi non vede l’ora di decorare la casa con addobbi a tema, c’è chi preferirebbe buttare via le palle natalizie, le lucine colorate e i festoni, per riempire l’albero di boccettine di veleno, coltelli insanguinati, lettere criptiche ma piene di indizi e lenti di ingrandimento. E sono queste stesse persone a non desiderare di scartare l’ennesimo telefono di ultima generazione, un paio di scarpe nuove o il cinquantesimo maglione con le renne. No, per loro non c’è niente di meglio di un bel morto ammazzato sotto l’albero, circondato da misteri che impiegheranno l’intera giornata per svelare. Ecco quindi dieci omicidi perfetti da regalare loro per questo Natale!

Il Natale di Poirot – Agatha Christie (1939)

Una scrittrice prolifica come Agatha Christie non si è lasciata sfuggire l’occasione di confezionare un buon omicidio da regalare al suo celebre investigatore Hercule Poirot per le feste natalizie. Pubblicato nel 1939, questo romanzo ci porta a festeggiare in una bella e antica dimora inglese, dove dietro al calore scoppiettante dei camini si nascondono rivalità famigliari mai sopite e una certa ipocrisia che si acuisce proprio nell’aria bonaria delle feste. È il tirannico patriarca della famiglia Lee a farne le spese stavolta, ucciso alla viglia in una stanza chiusa dall’interno. Nessun parente è al sicuro dai sospetti!

Nel cuore dell’inverno – Agatha Christie (2020)

Una bella raccolta che presenta alcuni dei racconti brevi più interessanti scritti da Agatha Christie, ambientati durante le gelide giornate invernali inglesi a ridosso delle festività. Niente è innocente come può sembrare: un pranzo potrebbe nascondere un ingrediente segreto non proprio edibile, un regalo potrebbe essere un inganno e un’ospite potrebbe non essere gradito. Una raccolta in cui trovano spazio non solo i più celebri Poirot e Miss Marple, anche gli altri personaggi cari alla scrittrice come le vecchie spie Tommy e Tuppence, l’investigatore privato Parker Pyne e il suo misterioso compagno Harley Quin.

Un Natale di Maigret – Georges Simenon (1953)

Nemmeno il commissario Maigret può esimersi dal lavorare durante le feste. Questa volta dovrà però vedersela con uno strano Babbo Natale che si è introdotto nella camera di una bambina non tanto per lasciarle un regalo, bensì per cercare tracce di un vecchio crimine. Simenon ci riporta in una Parigi innevata, a condividere un buon pasto e una tirata di pipa con Maigret e sua moglie, ma ci regala anche altri due racconti: Nessuno ammazza un poveraccio e Il cliente più ostinato del mondo.

Il caso dell’oca di Natale – Arthur Conan Doyle (2014)

C’è chi a Natale dentro l’oca vuole trovarci un ripieno gustoso e chi un ripieno più ricco, magari una bella pietra preziosa. Ma se a trovare il diamante è Sherlock Holmes non può trattarsi di un semplice regalo. E cosa può avere a che fare il gioiello rubato ad una contessa con un capello malconcio? Conan Doyle ne ha tratto una storia di ordinaria follia natalizia tra le fumose strade della Londra vittoriana.

Un delitto per Natale e altri racconti – P.D. James (2016)

La scrittrice inglese P.D. James, considerata l’erede della Christie e madre dell’ispettore Adam Dalgliesh, ha dedicato a sua volta quattro diversi crimini al Natale, tradotti per la prima volta in Italia qualche anno fa e raccolti in questo libro edito da Mondadori che comprende: Un delitto per Natale, Un omicidio così banale, L’eredità Boxdale e Dodici indizi per Natale.

Le raccolte Sellerio, dalla viglia a capodanno (2011-2012)

La casa editrice Sellerio ha dedicato alle festività di dicembre ben due raccolte ricche di mistero. La prima è Un Natale in giallo, che ci permette di scoprire come si approcciano a questa giornata gli investigatori creati dalle penne di Costa, Flamigni, Malvaldi, Giménez-Bartlett, Pastor, Piazzese e Recami. La seconda raccolta, Capodanno in giallo, ci porta invece ad attendere il conto alla rovescia con Aykol, Camilleri, Manzini e ancora Costa, Malvaldi e Recami.

Morte nella neve: Un giallo di Natale - Joseph Jefferson Farjeon (2018)

Joseph Jefferson Farjeon, scrittore britannico del secolo scorso, ambienta tra la neve della viglia di Natale questo noir ricco di colpi di scena e rivelazioni repentine. Bloccati su di un treno a causa dell’approssimarsi di una bufera, sette persone abbandonano il convoglio per cercare un riparo caldo nei dintorni in cui passare la notte. Quasi per miracolo trovano una villa apparentemente vuota, ma quella che sembrava essere fortuna sfacciata assume presto tinte fosche quando una serie di indizi rivelano che qualcuno è stato lì di recente e che qualcosa di sinistro è accaduto.

Il caso dell'abominevole pupazzo di neve - Nicholas Blake (2020)

Un giallo fresco di stampa che porta per la prima volta in Italia il caso natalizio di Nicholas Blake, pseudonimo del poeta irlandese Cecil Day-Lewis. Il detective Nigel Strangeways arriva pochi giorni prima del 25 dicembre a Easterham Manor per indagare su una seduta spiritica, durante la quale i partecipanti non hanno evocato lo spirito di un vescovo come volevano, ma in compenso hanno fatto impazzire il gatto di famiglia. Il giorno dopo però la signora Restorick viene trovata impiccata e una serie di indizi suggeriscono all’investigatore che non si è trattato di suicidio.

Cinque misteri per Natale Sherlock, Lupin & io: Cinque misteri per Natale – Irene M. Adler (2019)

Se cercate un regalo per i piccoli assas…ehm, investigatori di casa, non c’è niente di meglio di questo volume di racconti della fortunata serie di Sherlock, Lupin & Io del trio di scrittori italiani dietro allo pseudonimo Irene M. Adler. La notte della viglia, in attesa dello scoccare della mezzanotte, è infatti il momento migliore per raccogliersi davanti al fuoco e raccontare vecchie storie di avventura e risolvere intricati enigmi!

Il grande libro dei gialli di Natale (2020)

Se le opere sinora presentate non vi hanno convinto, lo farà senza dubbio questa raccolta dal formato elegante che conquista a prima vista. Otto Penzler, curatore editoriale e proprietario del Mysterious Bookshop di New York, libreria specializzata in crime story, ha selezionato i migliori omicidi commessi sotto il vischio. Agatha Christie, Conan Doyle, Ellery Queen, Stevenson, McBain e tanti altri raccontano lati sconosciuti del Natale, dove non tutti vogliono essere buoni, tra suspence, orrore e ironia.