Indice

47 Ronin: le frasi più belle e significative del film

di Elisabetta Rossi

47 Ronin è un film del 2013 con protagonista Keanu Reeves. Nell'articolo trovate raccolte le frasi più incisive della pellicola.

Indice

47 Ronin, film del 2013, con protagonista Keanu Reeves, è approdato su Netflix guadagnandosi subito il gradimento del pubblico. È infatti entrato nella classifica delle pellicole più viste sulla piattaforma streaming. La storia mescola insieme elementi reali e fantasy. In particolare trae ispirazione dai quarantasette Rōnin, un gruppo di samurai che decise di vendicare il proprio daimyō contravvenendo all’ordine dello shōgun.

La vicenda prende le mosse da Kai, un giovane cresciuto in un luogo mistico, considerato da tutti un demone, che viene accolto e salvato dal generoso Asano Naganori, a capo del distretto di Akō. Nel corso degli anni stringe un forte legame con la figlia di quest’ultimo, Mika. Un rapporto che sfocia ben presto in un amore profondo ma impossibile da concretizzare per la diversità di casta e perché Kai è un mezzosangue.

Io verrò a cercarti attraverso mille mondi e diecimila vite finché non ti avrò ritrovato. - Kai

Anni dopo, un Kai adulto uccide una terribile creatura poco prima che lo shōgun, insieme ai suoi sottoposti, faccia visita alla dimora di Asano. Con lui c’è Lord Kira accompagnato dalla strega Mizuki, in grado di cambiare forma e di trasformarsi in una volpe bianca. L’unico ad accorgersi della vera identità della donna è Kai ma nonostante cerchi di avvertire del pericolo Kuranosuke Oishi, consigliere di Asano, non viene preso in considerazione. La situazione così precipita e il capo di Akō, vittima di un sortilegio, tenta di uccidere un disarmato Kira. Un’azione riprovevole, a causa della quale viene condannato a morte. Lo shōgun però lo grazia e gli permette di conservare l’onore togliendosi la vita tramite il seppuku, il cosiddetto suicidio imposto o volontario giapponese.

Morto Asano Naganori il regno finisce in mano a Kira che ottiene anche la mano di Mika. Gli uomini al servizio del signore, invece, diventano Rōnin ossia samurai senza padrone. Sebbene lo shōgun imponga loro di non vendicarsi, il gruppo di samurai fa esattamente l’opposto coinvolgendo nell’impresa lo stesso Kai determinato a salvare Mika da un destino infelice. La guerra sarà dura, molti Rōnin perderanno la vita ma altri riusciranno a sopravvivere e a portare a termine la missione. Alla fine degli scontri si arrendono allo shōgun che li condanna tutti al seppuku per avergli disobbedito.

47 Ronin: frasi

47 Ronin è un film che non ha avuto un’accoglienza positiva al cinema. Si è infatti rivelato un colossale flop, probabilmente a causa di uno sviluppo narrativo troppo lungo e senza particolari guizzi. C’è anche da dire tuttavia che l’accusa di personaggi statici, che non subiscono grandi cambiamenti, è in realtà un pregio della pellicola che rispetta appieno la tradizione giapponese e quelle che erano le ideologie e le convinzioni dell’epoca.

Qui di seguito abbiamo raccolto le frasi più interessanti del film.

È un ragazzo, proprio come te. Aiutami ad alzarlo, Oishi. - Asano Naganori
Io vi amerò sempre ma voi avete la vostra posizione e io la mia. - Kai
Le cose ormai non possono più cambiare. Voi siete legato a me e io a voi. - Mizuki
Volevano mostrarmi che questa vita non ha nulla da offrire se non la morte. Volevano che diventassi come loro e rinunciassi al mondo. - Kai
Mio padre ripeteva sempre: che questo mondo era solo una preparazione per il successivo. E la sola cosa che possiamo chiedere è lasciarlo avendo amato ed essendo stati amati. - Mika

Se volete acquistare 47 Ronin, trovate il film disponibile su Amazon.

VOTO7 / 10

Kai è un mezzosangue che vive nel territorio di Akō, guidato da Asano Naganori. Quando quest'ultimo trova la morte a causa di un inganno, il giovane si batterà con i suoi samurai per vendicarlo.