Tante idee e consigli su come arredare un open space piccolo

di Laura De Rosa

Ci sono tante idee e spunti utili per capire come arredare un open space piccolo, di qualunque misura, e noi abbiamo selezionato i migliori per rendere il vostro piccolo appartamento un vero gioiello.

Indice

Come arredare un open space piccolo? Che sia di 20, 30, 40 metri quadri, un open space di dimensioni contenute ha bisogno di una progettazione dettagliata che permetta di ottimizzare gli spazi sfruttandoli al meglio. La prima cosa da considerare è la pianta, che può essere quadrata, rettangolare o anche irregolare. In base ad essa si andranno a disporre i vari mobili.

Il fatto di avere cucina e soggiorno comunicanti, senza porte che li dividono, può essere un vantaggio perché crea un clima familiare e accogliente, anche in caso di ospiti. Fra l'altro l'open space tende a essere più luminoso per via degli spazi comunicanti che rendono visivamente l'ambiente più ampio. Tuttavia arredare l'open space richiede attenzione perché ogni elemento va posizionato nel modo corretto, onde evitare confusione.

Scopriamo come riuscirci con tante idee da cui trarre ispirazione, consigli sulle variesoluzioni d'arredo per sfruttare al meglio il piccolo spazio a disposizione, e farlo diventare confortevole e accogliente.

Arredare open space: cucina soggiorno

La cucina soggiorno è la stanza più importante dell'appartamento open space e richiede quindi in fase di progettazione particolare attenzione. Pur essendo uno spazio unico, è meglio dividere idealmente la zona cucina dalla zona relax, scegliendo per esempio una cucina ad isola o con penisola che separi gli ambienti.

Un'altra soluzione consiste nell'inserire un caminetto centrale che faccia da divisorio e che al tempo stesso renda l'ambiente più caldo. Il camino può anche essere collocato lateralmente. Ulteriore possibilità è quella di utilizzare pannelli decorativi in grado di schermare la luce naturale e di dividere gli spazi senza risultare ingombranti.

Molto importanti anche i colori che devono ampliare gli spazi e quindi essere tendenzialmente chiari. I migliori sono bianco, beige, giallo che rispetto ai colori scuri non tendono a rimpicciolire. L'ideale se amate invece sfumature vivaci è inserirle qua e là, con qualche mobile dalle tonalità accese, dei quadri vivaci o ancora una sola parete rivestita con carta da parati colorata, senza esagerare.

Arredare open space 36 metri quadri

Un piccolo appartamento di 36 metri quadri va diviso creando delle zone che pur rimanendo in relazione fra loro, abbiano una propria identità. Se una zona sarà adibita a cucina, l'altra a salotto con tanto di divani e magari una o due poltroncine. Se poi lo spazio lo consente, a seconda di come è strutturato l'open space, potreste aggiungere una mini sala da pranzo.

È molto importante che i vari elementi d'arredo siano in armonia fra loro, e la stessa cosa vale per i complementi. Per riuscire ad ottenere un effetto di questo tipo, scegliete dei colori primari che ritornino sia in cucina che in salotto, e oggetti in grado di creare connessioni fra una zona e l'altra. Idem per quanto riguarda i pavimenti del piccolo open space, che devono essere uniformi.

Possibilmente la stessa cosa dovrebbe valere per le pareti, non solo per quanto riguarda il colore ma anche eventuali decorazioni come stampe e tele, che si richiamino da un ambiente all'altro. A tal proposito l'ideale è acquistare più stampe dello stesso autore o dallo stile simile, da appendere in diversi punti dell'open space.

Open space 25 metri quadri

Un open space di 25 mq richiede ancora più attenzione perché cucina e soggiorno non devono rubarsi la scena a vicenda ma risultare equilibrati nel poco spazio a disposizione. Per fare ciò è meglio evitare cucine con grande isola e cappe importanti perché tendono a soffocare il resto della stanza.

Al tempo stesso uno spazio così ridotto non va riempito troppo, aggiungendo tavoli da pranzo, librerie, mobili vari e troppi oggetti decorativi, meglio rimanere essenziali. Gli arredi vanno sempre abbinati fra loro in modo da creare un ambiente coerente.

Altro aspetto fondamentale da considerare è la pianta dell'open space perché ambienti quadrati necessitano di arredi diversi rispetto a un ambiente rettangolare o irregolare. Gli arredi inoltre possono essere sfruttati per creare piccole divisioni senza bisogno di aggiungere pareti. Lo si può fare per esempio con un divano, un tavolo o una libreria al centro della stanza.

I colori come sempre devono essere preferibilmente chiari per far apparire l'ambiente non solo più luminoso ma più ampio. Ciò non toglie la possibilità di conferire un tocco di colore con oggetti decorativi, qualche mobile eccentrico, una parete effetto lavagna, o anche rivestita con carta da parati.

Open space moderno piccolo

Un open space moderno piccolo deve rispettare tutte le diverse regole finora descritte ma in questo caso a farla da padrona saranno arredi e complementi votati alla contemporaneità, e quindi dalle linee essenziali e dallo stile minimalista. Benvenuta anche la tecnologia sotto forma di elettrodomestici d'avanguardia, televisioni a schermo piatto di ultima generazione, stereo dalle forme futuristiche.

Il metallo è un materiale molto usato negli interni moderni perché risulta pulito ed essenziale, come in questo tavolino da salotto.

Ma anche il legno si adatta all'open space moderno purché i mobili abbiano linee essenziali e pulite, come nello stile scandinavo.

Open space con cucina e soggiorno Ikea

Il brand svedese Ikea propone mobili non solo esteticamente accattivanti ma anche molto funzionali, pensati per una casa all'insegna della praticità. Ecco che allora non è difficile imbattersi in arredi pensati per ottimizzare gli spazi, perfetti da utilizzare negli open space: dalle mensole ai mobili multifunzionali, dalle librerie ai divani letto che si trasformano all'occorrenza in letti per accogliere nuovi ospiti, senza occupare troppo spazio.

Comodissimi in un open space piccolo i mobili multifunzionali Ikea come i divanetti con vani contenitori per riporre materiale vario, o ancora le cassette della frutta che si combinano a piacimento per dividere gli spazi e al tempo stesso collocarvi all'interno oggetti, libri e decorazioni.

Per non parlare di poltrone, lampade, tappeti, mensole, portavasi e vari elementi decorativi essenziali per rendere più accogliente l'open space, qualunque siano le sue dimensioni.