Come fare lo chignon perfetto

di Redazione Frasix

Lo chignon o bun è un'intramontabile espressione di stile ed eleganza. Ma come si fa a costruire quello perfetto? Ecco i consigli d'oro.

Indice

Lo chignon - o "bun" - è l'acconciatura eterna.

In grado di evocare grazia, bellezza e charme in modo impermeabile allo scorrere del tempo, lo chignon è una delle pettinature più richieste, più copiate, più tentate.

La parola è d'origine francese e significa "nuca" ma lo chignon è un'acconciatura antichissima, la cui culla risale probabilmente all'Antica Grecia, quando le donne lo realizzavano bloccandolo con fermagli preziosi. Tornò di moda nell'età napoleonica, vittoriana e poi negli anni '40, prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

Dalla metà del Novecento risulta un'acconciatura evergreen, un classico da sfoderare in tante diverse occasioni.

La tecnica base è raccogliere i capelli in un nodo stretto dietro la nuca ma ci sono infinite varianti e possibilità di declinazione.

Lo chignon è associato a un mood re(g)ale e viene indossato spesso in occasioni formali, come cene di gala, red carpet, ricevimenti, matrimoni. Allo stesso tempo, però, è l'acconciatura identificativa per eccellenza delle ballerine di danza classica e, contemporaneamente, la quintessenza del casual (spettinato e improvvisato) per i momenti sportivi o le "acconciature d'emergenza" quando non si riesce a lavare i capelli.

Ragazza con chignon spettinatoPexels

Realizzare uno chignon perfetto non è facilissimo ma con qualche trucco si può fare senza fatica. Seguiamo insieme questi passaggi per provare a realizzarlo senza l'aiuto del parrucchiere.

Quello che vi serve è una ciambella, un pettine, un flacone di lacca e una scatoletta di forcine.

Prima di iniziare a realizzare lo chignon dovete decidere:

  • a che altezza lo volete: ci sono quelli bassi (chiamati anche "cipolla"), quelli altissimi, quelli medi.
  • in che posizione lo volete: ci sono quelli centrali e quelli laterali.
  • di che tipo lo volete: ci sono quelli spettinati, quelli realizzati con una treccia o tante treccine, ecc.
  • se volete o no una o più ciocche che ricadono sul viso dalla fronte e se le volete in forma di boccoli o onde.

Avete in mente la vostra acconciatura? Ecco i passi da seguire per lo chignon base, da adattare poi al vostro modello ideale.

1 - Munirsi di una ciambella

La ciambella per chignon, detta anche crespo, è in vendita nelle profumerie, nei negozi con articoli specifici per capelli ma anche nelle catene di fast fashion oppure online.

È una specie di palla a forma di cipolla dalla superficie ruvida e con maglie sottilissime. È disponibile in varie dimensioni, da adattare alla voluminosità della vostra chioma. Dovrete inserirla nei vostri capelli per creare il volume necessario per un buon chignon.

Nota bene: lo chignon, come tutti i raccolti, non richiede capelli puliti. L'ideale è realizzarlo dopo un paio di giorni dall'ultimo lavaggio. Potete usare anche una lacca per fissarlo nel caso i capelli, ancora lucidi e puliti, risultino troppo scivolosi.

2 - Fare una coda di cavallo

Se avete la ciambella, non dovete fare altro che pettinare i capelli e fare una ponytail, una coda di cavallo dell'altezza, a livello della nuca, dello chignon che desiderate.

Avrete i classici capelli spioventi della coda ed è proprio sull'estremità, sopra all'elastico, che dovete infilare la ciambella.

Ragazza fa coda di cavallo per chignonPexels

La ciambella è elastica e si adatterà perfettamente al diametro della vostra ponytail. Date una pettinata alla coda e mettetevi davanti a uno specchio (possibilmente a più pareti).

3 - Far girare i capelli intorno alla ciambella

A questo punto dovete "ribaltare" i capelli, prendendoli a piccolissime ciocche alla volta, intorno alla ciambella in modo da ricoprirla perfettamente. Attenzione: questo passaggio è piuttosto delicato e ci vuole del tempo e meticolosità per raggiungere un risultato perfetto.

Fatevi aiutare, se potete, o usate uno specchio posteriore oltre a quello frontale. È fondamentale accertarsi che i capelli così disposti coprano completamente la ciambella in modo uniforme, senza lasciare spazi vuoti.