Agar Agar, il gelificante naturale estratto dalle alghe rosse

di Elisabetta Rossi

L'Agar Agar è un addensante naturale che può essere utilizzato in cucina in svariate ricette dolci e salate. Contiene molte sostanze nutritive e può essere anche un alleato nelle diete dimagranti.

Indice

Viene chiamato Agar Agar, un ingrediente naturale a bassissimo contenuto calorico, molto utilizzato nella cucina vegana e vegetariana e ampiamente diffuso in Giappone. Nel paese del Sol Levante i suoi primi utilizzi si hanno a partire dal 1658, mentre in Europa è stato importato nel 1859 dal chimico francese Anselme Payen.

Insapore, non altera il gusto dei cibi, di conseguenza può essere utilizzato in preparazioni dolci e salate. Ma cos’è di preciso l’Agar Agar e in quale modo viene usato in cucina?

Vi sveliamotutte le caratteristiche, benefici, usi, reperibilità e ricette dell'agar agar.

Che cos’è l’Agar Agar e quali sono i suoi benefici

L’Agar Agar non è altro che un addensante naturale ottenuto dalla lavorazione delle alghe rosse. In cucina va a sostituire la colla di pesce nelle più svariate ricette, come possono essere dessert, budini, marmellate, torte salate, panna cotta.

Questa gelatina vegetale è anche conosciuta e apprezzata per i suoi innumerevoli benefici per l’organismo. Contiene infatti vitamine del gruppo B, vitamina A, C, E, K, è ricca di calcio e ferro ed è naturalmente priva di glutine, il che la rende adatta ad essere usata dai celiaci. Non bisogna tuttavia esagerare nelle quantità ingerite in quanto ha anche proprietà lassative.

Dove si compra l’Agar Agar e quanto costa

A discapito di quanto si possa pensare, l’Agar Agar, nonostante la sua origine nipponica, è facilmente reperibile in erboristeria, in negozi specializzati nella vendita di prodotti biologici, in quelli etnici che vendono prodotti orientali e negli shop online.

Di solito è disponibile in tre tipologie: a fiocchi, a fili o in polvere. Le prime due sono le più naturali ma gelificano con maggiore difficoltà, di conseguenza devono essere usate in dosi maggiori. La polvere, invece, è molto più concentrata, dunque bisogna impiegarne un quantitativo minimo per produrre la gelatina. Il suo costo va dagli 8 ai 25 euro circa in relazione alla marca e alla tipologia di Agar Agar.

L’Agar Agar fa dimagrire?

L’Agar Agar ha un bassissimo contenuto calorico e un elevato contenuto di fibra, per queste ragioni può diventare un valido alleato per la dieta. Se infatti una mezz’oretta prima dei pasti viene consumato sciolto nell’acqua o in un bicchiere di tè caldo o freddo creerà un senso di sazietà, aiutando a mangiare meno.

Naturalmente rappresenta solo un aiuto nell’alimentazione ipocalorica, non è assolutamente il sostituto di un pasto e va sempre usato con criterio, senza eccessi per via delle sue proprietà lassative.

Gli usi principali dell’Agar Agar in cucina

L’Agar Agar, come abbiamo già accennato in precedenza, viene utilizzato in cucina nelle più diverse preparazioni, che vanno dalle semplici gelatine, ai budini, fino ad arrivare a ricette salate in cui è utile come addensante naturale. La neutralità del suo gusto ne facilita l’impiego per realizzare marmellate fatte in casa a basso contenuto di zuccheri. Va bene anche per preparare il gelato.

Il suo modo d’impiego è lo stesso per qualsiasi tipologia si acquisti. Deve essere versato in un liquido bollente come acqua, latte di soia, mandorla o avena o qualsiasi altro genere di bevanda e mescolato per qualche minuto. A questo punto va lasciato riposare a temperatura ambiente fino a quando non avrà assunto una consistenza solida o meglio gelatinosa.

In linea di massima servono 2 cucchiaini di prodotto in polvere per ogni litro di liquido e 4 cucchiaini per quello a fiocchi. Leggete comunque sempre le indicazioni riportate sulla confezione per essere sicuri che la dose sia corretta, in quanto in base alla qualità ci potrebbero essere piccole variazioni. Considerate inoltre che un cucchiaino di Agar Agar in polvere equivale a 6 fogli di gelatina.