A tutto yoga: guida agile per conoscere l'antica disciplina indiana

di Redazione Frasix

Lo yoga per aprirsi al mondo e ritrovare l'equilibrio. Per passare dalla teoria alla pratica, scoprite le otto tipologie che abbiamo selezionato per voi.

Indice

Lo yoga è un’antica disciplina orientata al benessere di mente e corpo.

Non è solo un’attività fisica ma una vera e propria filosofia che coinvolge tutti i settori della vita.

I benefici sono molteplici: se seguito con costanza, sotto la guida di un valido maestro, migliora l’elasticità delle articolazioni, la postura, la forza muscolare e può essere praticato da persone di ogni età.

Sono numerose le star dello spettacolo che amano praticarlo, a cominciare dalla cantante e attrice Madonna.

Abbiamo selezionato per voi otto varianti yoga, dalle più conosciute alle versioni più contemporanee.

1 – Hatha Yoga

È quello più conosciuto e praticato nelle palestre e centri sportivi.

Lo Hatha Yoga segue il ritmo millenario della tradizione indiana basandosi su uno schema suddiviso in tre momenti.

Il primo momento è quello delle Asana, ovvero gli esercizi base.

Il secondo riguarda le tecniche di respirazione, chiamate Pranayama.

Infine il terzo, il rilassamento.

La loro perfetta esecuzione favorisce l’allungamento muscolare e incrementa la tonicità muscolare.

2 - Anusara Yoga

Anusara Yoga, creato da John Friend, potrebbe essere descritto come il metodo più dinamico e moderno dello Hatha Yoga.

Il fulcro del lavoro è rivolto maggiormente all’ascolto delle sensazioni percepite durante la pratica, con il conseguente riequilibrio emotivo.

Si basa su tre principi fondamentali: la preparazione mentale, gli allineamenti e l’esercizio continuo anche nella vita quotidiana.

È adatto a tutti i livelli di forma fisica ed è particolarmente indicato per le persone stressate, che soffrono di una bassa soglia della concentrazione.

3 - Bikram Yoga

Il Bikram Yoga – o Hot Yoga - è stato ideato alla fine degli anni Settanta dallo yogi Bikram Choudhury.

Il Bikram utilizza le tecniche tradizionali dello Hatha Yoga ma gli esercizi vengono svolti in stanze appositamente riscaldate a 37 gradi centigradi.

Il prolungato calore permette di riprodurre le perfette condizioni climatiche dell’India, la patria di questa disciplina.

Con questa temperatura i muscoli e le articolazioni lavorano al meglio, diventano più agili e flessibili, riducendo il pericolo di strappi o dolori periferici.

Alla fine di ogni lezione si prova un forte senso di serenità e tranquillità mentale.

Il Bikram Yoga è adatto a tutti.

4 - Ashtanga Yoga

Ashtanga Yoga, ideato da Pattabhi Jois, segue un rigoroso ordine di Asana, dalle più semplici alle più complesse, insistendo sul coordinamento con il ritmo del respiro.

L’impegno fisico richiesto è notevole anche per la velocità con cui vengono eseguiti i movimenti.

Il Power Yoga è una variante molto simile ma assai più dinamica, con un forte dispendio energetico ed è adatta a persone già allenate.

5 - Iyengar Yoga

Iyengar Yoga prende il nome dal suo maestro, Iyengar.

Alle classiche tre fasi Asana, Pranayama e rilassamento, aggiunge il Pratyahara, ovvero il controllo introspettivo dei sensi e poi la Dhyana, la meditazione.

Nello Iyengar si possono utilizzare specifici attrezzi come rulli e supporti a muro che permettono di rimanere più a lungo su ciascuna posizione.

Per questo motivo, è consigliato alle persone anziane e a chi ha problemi articolari.

6 - Vinyasa Flow Yoga

Il significato di flow, traduzione di flusso, indica in modo efficace questo stile molto contemporaneo in cui predominano il ritmo e la dinamicità delle posizioni.

È la variante più creativa dello Hatha Yoga.

Le sessioni sono molto intense e mai uguali e si passa da una Asana ad un’altra senza pause.

La concentrazione massima è data alla sincronizzazione del respiro con il movimento (Vinyasa).

Adatto a chi ha già un buon allenamento e resistenza fisica.

7 - Kundalini Yoga

Il suo significato descrive l’immagine di un serpente arrotolato alla base della colonna vertebrale, quello dell’energia Kundalini.

Questa disciplina mira proprio a risvegliare la vitalità interna e a riequilibrare i Chakra, i sette campi energetici.

Il lavoro comprende sequenze di respirazione, meditazione, canti e mantra.

È rivolto a tutti, in particolare alle persone che non si sentono bene nella propria “pelle” e per chi cerca una miglior connessione mente - corpo.

8 – Hasya Yoga

L’Hasya Yoga, più conosciuto come Yoga della Risata, è stato ideato dal medico Madan Kataria ed è consigliato a tutti.

L’hasya Yoga utilizza particolari tecniche di respirazione per stimolare la risata autoindotta.

A livello psicologico, dona una sensazione di armonia con il mondo e, a livello fisico, una maggior ossigenazione del corpo e del cervello, con positivi risvolti sulla salute.

I vantaggi di praticare yoga sono incalcolabili: cosa aspettate a iscrivervi e cambiare, in meglio, la vostra vita?