Come gestire figli di età differenti

di Redazione Frasix

La quotidianità quando si hanno più figli di età molto diverse può essere complicata.

Indice

La gestione dei figli può essere complicata, soprattutto se ne avete più di uno e i due o più fratelli hanno età diverse. La quotidianità può essere caotica, ognuno ha le sue esigenze e spesso dare a tutti attenzione può risultare difficile. È però molto importante che riusciate a trovare il modo di valorizzare ciascuno dei vostri figli, non solo perché questo consolida il vostro rapporto e favorisce l’autostima, ma anche per evitare conflitti tra fratelli.

Come gestire figli di età diverse: Un momento solo per voi

Ricordate di dedicare a ciascuno dei vostri figli dei momenti di qualità da passare singolarmente solo con voi. Possono essere semplicità attività o piccole attenzioni, ma sono molto importante perché dicono a ciascun figlio che lui, proprio lui, è importante. Potete andare a prendere vostro figlio a scuola e invece che tornare dritti a casa, passare a prendere un gelato senza il fratellino nel passeggino che, come è naturale catalizza le vostre attenzioni. Oppure potete andare al cinema solo voi due, sottolineando che è il vostro momento speciale. Oppure ancora, mentre il fratello maggiore è a scuola o gioca con gli amichetti, potete dedicare qualche ora di gioco insieme al vostro bambino più piccolo. Le possibilità sono tantissime e non necessitano per forza di incastri e organizzazioni complesse: basta poco perché ognuno dei vostri figli si senta speciale.

Come gestire figli di età diverse: Non per forza compagni di giochi

Certo, è comodo “piazzare” a vostro figlio più grande il fratellino piccolo, chiedergli di giocare insieme mentre voi pulite casa. Ma chiedetevi se è giusto. In questo modo, sicuramente, da un lato responsabilizzate il più grande e il più piccolo, non ci sono dubbi, sarà felice di giocare con lui, ma la verità è che hanno esigenze diverse. È importante che due fratelli, anche di età diverse, leghino e stiano insieme, ma non deve diventare un obbligo o una costante richiesta perché per voi è più comodo a livello organizzativo. Un bambino di due anni ha delle preferenze che annoiano di sicuro un fratello più grande. Lasciate che si avvicinino e rispettate i loro tempi: magari tra qualche anno saranno inseparabili, ma se a vostro figlio più grande annoia giocare con il fratellino, non insistete costantemente.

Come gestire figli di età diverse: A ciascuno il suo

Collegato al punto precedente c’è quest’ultimo. Ricordatevi che età diverse hanno esigenze diverse, quindi differenziate attività e giochi per fascia d’età, di modo che i vostri figli non si annoino e non si vadano poi a stuzzicare. Per esempio, un bambino di uno o due anni si diverte con cubi di cartone, magari un puzzle semplice e alcuni sonagli, mentre il più grande apprezzerà di più giocare a un gioco da tavolo in vostra compagnia. Differenziare le attività dando a ognuno ciò di cui ha bisogno è un modo per far sì che i due fratelli stiano più tempo e più volentieri insieme a giocare.

E voi, come gestite i vostri figli di età diverse? Ci sono dei trucchi che volete condividere con le altre mamme?