Le frasi più belle di Alessandro Baricco

Un pretesto per tornare bisogna sempre seminarselo dietro, quando si parte. - Alessandro Baricco
La sconcertante scoperta di quanto sia silenzioso, il destino, quando, d'un tratto, esplode. - Alessandro Baricco
Forse il mondo è una ferita e qualcuno la sta ricucendo in quei due corpi che si mescolano. - Alessandro Baricco
Era fatto così, lui. Un po' come il vecchio Danny: non aveva il senso della gara, non gli fregava niente sapere chi vinceva: era il resto che lo stupiva. Tutto il resto. - Alessandro Baricco
Suonavamo perché l'Oceano è grande, e fa paura, suonavamo perché la gente non sentisse passare il tempo, e si dimenticasse dov'era e chi era. Suonavamo per farli ballare, perché se balli non puoi morire, e ti senti Dio. E suonavamo il ragtime, perché è la musica su cui Dio balla, quando nessuno lo vede. Su cui Dio ballava, se solo era negro. - Alessandro Baricco
C’è una dignità immensa nella gente quando si porta addosso le proprie paure, senza barare, come medaglie della propria mediocrità. - Alessandro Baricco
La cattiveria è una luce fredda in cui ogni cosa perde colore, e lo perde per sempre. - Alessandro Baricco
Accadono cose che sono come domande. Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita risponde. - Alessandro Baricco
Tra tutte le vite possibili, ad una bisogna ancorarsi per poter contemplare, sereni, tutte le altre. - Alessandro Baricco
Questo, mi ha insegnato il ventre del mare. Che chi ha visto la verità rimarrà per sempre inconsolabile. - Alessandro Baricco
Questo, mi ha insegnato il ventre del mare. Che chi ha visto la verità rimarrà per sempre inconsolabile. - Alessandro Baricco
E mentre volteggiavamo tra i tavoli, sfiorando lampadari e poltrone, io capii che in quel momento, quel che stavamo facendo, quel che davvero stavamo facendo, era danzare con l'Oceano, noi e lui, ballerini pazzi, e perfetti, stretti in un torbido valzer, sul dorato parquet della notte. - Alessandro Baricco
– Ogni tanto mi chiedo cosa mai stiamo aspettando. Silenzio. – Che sia troppo tardi, madame. - Alessandro Baricco
L'ultima cosa che vide, prima di uscire, furono gli occhi di lei fissi sui suoi, perfettamente muti. - Alessandro Baricco
Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla. - Alessandro Baricco
Era fatto così, lui. Un po' come il vecchio Danny: non aveva il senso della gara, non gli fregava niente sapere chi vinceva: era il resto che lo stupiva. Tutto il resto. - Alessandro Baricco
Se lo guardi non te ne accorgi: di quanto rumore faccia. Ma nel buio... Tutto quell'infinito diventa solo fragore, muro di suono, urlo assillante e cieco. Non lo spegni, il mare, quando brucia nella notte. - Alessandro Baricco
Devo comunicarvi una cosa molto importante, monsieur. Facciamo tutti schifo. Siamo tutti meravigliosi, e facciamo tutti schifo. - Alessandro Baricco
Andavo di fantasia, e di ricordi, è quello che ti rimane da fare, alle volte, per salvarti, non c'è più nient'altro. Un trucco da poveri, ma funziona sempre. - Alessandro Baricco
Alzò lo sguardo su Hervè Joncour. I suoi occhi la fissavano, e lei capì che erano occhi bellissimi. Riabbassò lo sguardo sul foglio. - Alessandro Baricco