Le frasi più belle di Andrea Camilleri

Si pripara un risotto, quello che chiamano alla milanìsa (senza zaffirano, pi carità!), lo si versa sopra a una tavola, ci si impastano le ova e lo si fa rifriddàre. Intanto si còcino i pisellini, si fa una besciamella, si riducono a pezzettini ‘na poco di fette di salame e si fa tutta una composta con la carne aggrassata. - Andrea Camilleri
«Licchiare» significa fare l’amore a distanza, vale a dire sorridersi, mandarsi furtivi baci, farsi cenni di saluto, senza che ci sia alcun contatto fisico. - Andrea Camilleri
La sicilitudine è il lamento che il siciliano fa di sé. - Andrea Camilleri
Tutti gli arancini s’infilano in una padeddra d’oglio bollente e si fanno friggere fino a quando pigliano un colore d’oro vecchio. Si lasciano scolare sulla carta. - Andrea Camilleri
Tirava un vento maligno che arruffava una nuvolaglia giallusa. - Andrea Camilleri
I loro corpi si capivano a volo, macari se spisso i loro ciriveddri funzionavano diverso. - Andrea Camilleri
Non basta leggere, bisognerebbe anche capire. Ma capire è un lusso che non tutti possono permettersi. - Andrea Camilleri
Ogni singola storia d’amore, vissuta o inventata, riesce a essere unica e diversa e irripetibile rispetto ai miliardi di altre storie già accadute, che accadono, che accadranno. Insomma, l’amore non s’impara né teoricamente né andando a bottega da altri. S’impara amando, vale a dire perdendosi. - Andrea Camilleri
L’umanità è un immenso formicaio e se vuoi conoscerla davvero devi trasformarti in formica e viverci dentro. - Andrea Camilleri
Prendere le ferie nel mese d’agosto mi è sempre parsa una decisione sbagliata. - Andrea Camilleri
Tutto, tutto, tutto: il mare, i profumi, perfino le pietre. Sempre più spesso - come accade ai vecchi - ripenso al passato, agli anni dell'infanzia. E questi giorni di Natale mi fanno venire una grande nostalgia del passato. I pranzi da mia nonna, la gioia semplice dello stare insieme. - Andrea Camilleri
Che cosa straordinaria possono essere i libri. Ti fanno vedere posti in cui agli uomini succedono cose meravigliose. Allora la testa ti parte per un altro verso, gli occhi scoprono prospettive fino a quel momento inedite. E cominci a farti parecchie domande. - Andrea Camilleri
Il vento di scirocco tardava ad arrisbigliarsi dal suo sonno piombigno, già si faticava a scangiare parole. - Andrea Camilleri
Le affinità elettive erano un gioco rozzo a paro degli insondabili giri del sangue, capace di dare peso, corpo, respiro alla memoria. - Andrea Camilleri
Raggiunto il fondo di uno qualsiasi di questi strapiombi, ci avrebbe immancabilmente trovato uno specchio. Che rifletteva la sua faccia. - Andrea Camilleri
Agrigento mi fa pensare al fascismo, Girgenti a Pirandello. - Andrea Camilleri
La percezione del tempo, soprattutto in certe situazioni di forte emotività, subisce delle notevoli alterazioni, ore trascorrono in un lampo e pochi minuti durano un’eternità. - Andrea Camilleri
Negli anni, si era fatto pirsuaso che non era manco un dio dell'ultima fila, ma sulo il poviro puparo di 'na mischina opera dei pupi. Un puparo che s'arrabattava a fari funzionari la rappresentazioni come meglio putiva e sapiva. - Andrea Camilleri
Il rinnovamento avverrà quando qualcuno avrà finalmente il coraggio di dire che in politica non tutto è possibile. - Andrea Camilleri
Non vedo, ma sogno. - Andrea Camilleri