Le frasi più belle di Cesare Pavese

L'unica gioia al mondo è cominciare. È bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, ad ogni istante. - Cesare Pavese
Ti amo. Di questa parola so tutto il peso – l’orrore e la meraviglia – eppure te la dico, quasi con tranquillità. L’ho usata così poco nella mia vita, e così male, che è come nuova per me. - Cesare Pavese
Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti. - Cesare Pavese
Ogni notte, tornando dalla vita, dinanzi a questo tavolo prendo una sigaretta e fumo solitario la mia anima. - Cesare Pavese
Non ci si libera di una cosa evitandola, ma solo attraversandola - Cesare Pavese
È bello svegliarsi e non farsi illusioni. Ci si sente liberi e responsabili. Una forza tremenda è in noi, la libertà. Si può toccare l’innocenza. Si è disposti a soffrire. - Cesare Pavese
Le cose si scoprono attraverso i ricordi che se ne hanno. Ricordare una cosa significa vederla – ora soltanto – per la prima volta. - Cesare Pavese
Finché si avranno passioni non si cesserà di scoprire il mondo. - Cesare Pavese
Niente è più inabitabile di un posto dove siamo stati felici. - Cesare Pavese
C’è un giardino chiaro, fra mura basse, di erba secca e di luce, che cuoce adagio la sua terra. È una luce che sa di mare. Tu respiri quell’erba. Tocchi i capelli e ne scuoti il ricordo. - Cesare Pavese
Non ci si libera di una cosa evitandola, ma solo attraversandola - Cesare Pavese
Come mai, se il tempo non esiste, noi siamo fatti su schema temporale? - Cesare Pavese
È una luna da vigna. Da bambino credevo che i grappoli d’uva li faccia e li maturi la luna. Non so, – disse l’amico – Per me è sempre la stessa. - Cesare Pavese
Lo stupore è la molla di ogni scoperta. Infatti, esso è commozione davanti all’irrazionale. - Cesare Pavese
E mentre andavo rimuginavo che non c’è niente di più bello di una vigna ben zappata, ben legata, con le foglie giuste e quell’odore della terra cotta dal sole d’agosto. - Cesare Pavese
È bello svegliarsi e non farsi illusioni. Ci si sente liberi e responsabili. Una forza tremenda è in noi, la libertà. Si può toccare l’innocenza. Si è disposti a soffrire. - Cesare Pavese
La strategia amorosa si sa adoperare soltanto quando non si è innamorati. - Cesare Pavese
Non c’è niente che sappia di morte più del sole in estate della gran luce, della natura esuberante. Tu fiuti l’aria e senti il bosco e ti accorgi che piante e bestie se ne infischiano di te. Tutto vive e si macera in se stesso. La natura è la morte. - Cesare Pavese
Ma ricordati sempre che i mostri non muoiono. Quello che muore è la paura che t’incutono. - Cesare Pavese
La campagna è un paese di verdi misteri al ragazzo, che viene d'estate. - Cesare Pavese