Le frasi più belle di Emil Cioran

Passeggiavo a un'ora tarda in quel viale alberato, quando mi cadde davanti ai piedi una castagna. Il rumore che fece spaccandosi, l'eco che tale rumore suscitò in me, e un trasalimento sproporzionato rispetto a quell'incidente infimo, mi immersero nel miracolo, nell'ebbrezza del definitivo, come se non ci fossero più interrogativi ma solo risposte. - Emil Cioran
Chi ha appreso i rudimenti della misantropia, se vuole andare oltre, deve seguire l'insegnamento di Swift: imparerà come dare al proprio disprezzo per gli uomini l’intensità di una nevralgia. - Emil Cioran
Quel rumoreggiare interiore che non approda a nulla, e in cui si è ridotti allo stato di un vulcano grottesco. - Emil Cioran
Dio soltanto ha il privilegio di abbandonarci. Gli uomini possono solo mollarci. - Emil Cioran
La carne è incompatibile con la carità: l'orgasmo trasformerebbe un santo in lupo. - Emil Cioran
Diffidate di quelli che voltano le spalle all'amore, si vendicheranno di avervi rinunciato. - Emil Cioran
La felicità spinge al suicidio quanto l'infelicità, anzi ancora di più perché amorfa, improbabile, esige uno sforzo di adattamento estenuante, mentre l'infelicità offre la sicurezza e il rigore del rito. - Emil Cioran
Nella ricerca del tormento, nell’accanimento alla sofferenza, solo il geloso può competere con il martire. Eppure, si canonizza l’uno e si ridicolizza l’altro. - Emil Cioran