Le frasi più belle di Giuseppe Ungaretti

Mi sento diffuso in un bacio che mi consuma e mi calma. - Giuseppe Ungaretti
La parola è impotente, la parola non riuscirà mai a dare il segreto che è in noi, mai. Lo avvicina. - Giuseppe Ungaretti
C’è la nebbia che ci cancella. Nasce forse un fiume quassù. Ascolto il canto delle sirene, del lago dov’era la città. - Giuseppe Ungaretti
M'illumino d'immenso. - Giuseppe Ungaretti
Si sta come | d'autunno | sugli alberi | le foglie. - Giuseppe Ungaretti
Il vero amore è come una finestra illuminata in una notte buia. Il vero amore è una quiete accesa. - Giuseppe Ungaretti
Nessuno mai vide posare il tuo lieve piede di danza. - Giuseppe Ungaretti
In un canto di ponte contemplo l'illimitato silenzio di una ragazza tenue. Le nostre malattie si fondono e come portati via si rimane. - Giuseppe Ungaretti
E non sapeva sciogliere il canto del suo abbandono. - Giuseppe Ungaretti
D’improvviso è alto sulle macerie il limpido stupore dell’immensità. - Giuseppe Ungaretti
Non sono il poeta dell'abbandono alle delizie del sentimento, sono uno abituato a lottare, e devo confessarlo – gli anni vi hanno portato qualche rimedio – sono un violento: sdegno e coraggio di vivere sono stati la traccia della mia vita. Volontà di vivere nonostante tutto, stringendo i pugni, nonostante il tempo, nonostante la morte. - Giuseppe Ungaretti
Cristallo di rocca trasparenza dell’essere mio. - Giuseppe Ungaretti
Rasento al volo le fate. - Giuseppe Ungaretti
Non sono mai stato tanto attaccato alla vita. - Giuseppe Ungaretti
Lasciatemi così come una cosa posata in un angolo e dimenticata . - Giuseppe Ungaretti
Non mi rimane che rassegnarmi a morire. Alleverò dunque tranquillamente una prole. - Giuseppe Ungaretti
Sei comparsa al portone in un vestito rosso per dirmi che sei fuoco che consuma e riaccende. - Giuseppe Ungaretti
La carità feroce del ricordo. - Giuseppe Ungaretti
È il mio cuore il paese più straziato. - Giuseppe Ungaretti
La meta è partire. - Giuseppe Ungaretti