Le 10 frasi più belle di Luciano Ligabue

Dopo tutti questi anni io non smetto di guardarti, qualche volta ancora a bocca aperta.
Certe notti la macchina è calda e dove ti porta lo decide lei.
E fra distruzione e meraviglia e tu che mi aspetti sulla soglia di certi miracoli uno può accorgersi solo da sveglio.
Vieni qui, andiamo fuori, fuori da uno schermo, dalle mie prigioni.
Le luci d'America, le stelle sull'Africa. Si accende lo spettacolo. Le luci che ti scappano dall'anima.
Serve pane e fortuna. Serve vino e coraggio, soprattutto ci vogliono buoni compagni di viaggio.
Vieni qui e guarda fuori. Fammi un po' vedere come tu la vedi. Io vedo fumo sulle macerie. Tu guardi nello stesso punto e sorridi.
Eri solo da incontrare, ma tu ci sei sempre stata.
E anche quando si gelava, con la luna già cambiata eri solo più lontana, ma tu ci sei sempre stata.
Più ti guardo e più mi meraviglio e più ti lascio fare, che ti guardo e anche se mi sbaglio almeno sbaglio bene.
Vuoi nascondermi i difetti mentre a me piacciono tutti ma non te lo vuoi sentire dire.
Quando questa merda intorno sempre merda resterà, riconoscerai l'odore, perché questa è la realtà.
Certe notti ti senti padrone di un posto che tanto di giorno non c'è.
Dopo tutti questi anni io non smetto di guardarti, qualche volta ancora a bocca aperta.
Credo che stanotte ti verrò a trovare per dirci tutto quello che dobbiamo dire o almeno credo.
Vieni qui e guarda fuori. Fammi un po' vedere come tu la vedi. Io vedo fumo sulle macerie. Tu guardi nello stesso punto e sorridi.
Serve pane e fortuna. Serve vino e coraggio, soprattutto ci vogliono buoni compagni di viaggio.
Certe notti sei solo più allegro, più ingordo, più ingenuo e coglione che puoi.
Credo al tuo amore e a quello che mi tira fuori.
E fra distruzione e meraviglia e tu che mi aspetti sulla soglia di certi miracoli uno può accorgersi solo da sveglio.