Le frasi più belle di Nazim Hikmet

La vita non è uno scherzo. Prendila sul serio, come fa lo scoiattolo, ad esempio, senza aspettarti nulla dal di fuori o nell'al di là. Non avrai altro da fare che vivere. - Nazim Hikmet
Ti amo come se sorvolassi il mare per la prima volta in aereo. Ti amo come qualche cosa che si muove in me  quando il crepuscolo scende su Istanbul poco a poco. Ti amo come se dicessi Dio sia lodato son vivo. - Nazim Hikmet
Nei tuoi occhi porti sempre il sole. - Nazim Hikmet
Ti amo come se mangiassi il pane spruzzandolo di sale, come se alzandomi la notte bruciante di febbre, bevessi l'acqua con le labbra sul rubinetto. - Nazim Hikmet
Non rinunciare ad un sogno solo perché pensi che ti ci vorrà troppo tempo per realizzarlo… il tempo passerà comunque. - Nazim Hikmet
E al di là della notte mi aspetterà spero il sapore di un nuovo azzurro. - Nazim Hikmet
Amo in te l’avventura della nave che va verso il polo, amo in te l’audacia dei giocatori delle grandi scoperte, amo in te le cose lontane.. - Nazim Hikmet
Le tue parole cariche di te, le tue parole, madre le tue parole, amore le tue parole, amica. Erano tristi, amare erano allegre, piene di speranza, erano coraggiose, eroiche le tue parole. Erano uomini. - Nazim Hikmet
È l’alba. S’illumina il mondo come l’acqua che lascia cadere sul fondo le sue impurità. E sei tu, all’improvviso tu, mio amore, nel chiarore infinito di fronte a me. - Nazim Hikmet
In me il tempo rimane come una rossa rosa odorosa. Che oggi sia venerdì, domani sabato, che il più di me sia passato, che resti il meno me ne infischio. - Nazim Hikmet
Passano le nuvole, cariche di notizie. La lettera che non è arrivata si accartoccia nella mia mano. - Nazim Hikmet
Sono cent'anni che non ho visto il suo viso. Che non ho passato il braccio attorno alla sua vita. Che non mi son fermato nei suoi occhi. - Nazim Hikmet
Pioggia d’estate cade dentro di me senza rinfrescare la mia tristezza. - Nazim Hikmet
In me il tempo rimane come una rossa rosa odorosa. Che oggi sia venerdì, domani sabato, che il più di me sia passato, che resti il meno me ne infischio. - Nazim Hikmet
Ti sei stancata di portare il mio peso. Ti sei stancata delle mie mani, dei miei occhi, della mia ombra. Le mie parole erano incendi. Le mie parole eran pozzi profondi. - Nazim Hikmet
Amo in te l'impossibile ma non la disperazione. - Nazim Hikmet
Sei la mia schiavitù, sei la mia libertà, sei la mia carne che brucia come la nuda carne delle notti d'estate. Sei la mia patria tu, coi riflessi verdi dei tuoi occhi tu, alta e vittoriosa. Sei la mia nostalgia di saperti inaccessibile nel momento stesso in cui ti afferro. - Nazim Hikmet
Le tue parole cariche di te, le tue parole, madre le tue parole, amore le tue parole, amica. Erano tristi, amare erano allegre, piene di speranza, erano coraggiose, eroiche le tue parole. Erano uomini. - Nazim Hikmet
Ti amo come se sorvolassi il mare per la prima volta in aereo. Ti amo come qualche cosa che si muove in me  quando il crepuscolo scende su Istanbul poco a poco. Ti amo come se dicessi Dio sia lodato son vivo. - Nazim Hikmet
I giorni sono fette di melone profumati di vita insieme a te. - Nazim Hikmet