Le frasi più belle di Primo Levi

Il Lager è la fame. - Primo Levi
Pochi sono gli uomini che sanno andare a morte con dignità, e spesso non quelli che ti aspetteresti. - Primo Levi
Se dall’interno dei Lager un messaggio avesse potuto trapelare agli uomini liberi, sarebbe stato questo: fate di non subire nelle vostre case ciò che a noi viene inflitto qui. - Primo Levi
Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi. La peste si è spenta, ma l'infezione serpeggia. - Primo Levi
La memoria è come il mare: può restituire brandelli di rottami a distanza di anni. - Primo Levi
L’Olocausto è una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria. - Primo Levi
Perché la memoria del male non riesce a cambiare l'umanità? A che serve la memoria? - Primo Levi
Ricordare è un dovere: essi non vogliono dimenticare, e soprattutto non vogliono che il mondo dimentichi, perché hanno capito che la loro esperienza non è stata priva di senso, e che i Lager non sono stati un incidente, un imprevisto della Storia. - Primo Levi