Le frasi più belle di Sigmund Freud

Non si muore perché ci si ammala, ma ci si ammala perché fondamentalmente bisogna morire.
Gli uomini sono più morali di quello che pensano e di gran lunga più immorali di quanto possano immaginare.
Nell'impossibilità di poterci veder chiaro, almeno vediamo chiaramente le oscurità.
Forse c'è qualcosa di peggio dei sogni svaniti: perdere la voglia di sognare ancora.
Non si dimentica niente, le cose cambiano solo posto ma rimane tutto dentro.
La più bella regione d’Italia: un’ orgia inaudita di colori, di profumi, di luci, una grande goduria.
I gatti, le donne e i grandi criminali hanno questo di comune, essi rappresentano un ideale inaccessibile e una capacità di amare se stessi che li rende attraenti.
Il pazzo è un sognatore sveglio.
La maggior parte delle persone non vuole veramente la libertà, perché la libertà comporta responsabilità, e molte persone hanno paura della responsabilità.
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
Nell'impossibilità di poterci veder chiaro, almeno vediamo chiaramente le oscurità.
La psicoterapia è una professione di curatori laici di anime, i quali non hanno bisogno di essere medici, e non dovrebbero essere sacerdoti.
Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
La grande questione cui non è mai stata data risposta ed a cui non sono stato capace di rispondere nonostante i miei 30 anni di ricerca sull’animo femminile è: cosa vuole una donna?
La maggior parte delle persone non vuole veramente la libertà, perché la libertà comporta responsabilità, e molte persone hanno paura della responsabilità.
Forse c'è qualcosa di peggio dei sogni svaniti: perdere la voglia di sognare ancora.
Sopportare la vita: questo è pur sempre il primo dovere d’ogni vivente.
I sogni molto frequentemente esprimono ricordi e conoscenze che il soggetto da sveglio è ignaro di possedere.
Non vi sono sogni assolutamente razionali e che non contengano qualche incoerenza, qualche anacronismo, qualche assurdità.
L'amore è il passo più vicino alla psicosi.