Non conta la destinazione, ma il tragitto. Il peggiore dei finali non cancella mai un inizio.