Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare.

Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare. - Calcutta
Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare. - Calcutta
Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare. - Calcutta
Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare. - Calcutta
Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare. - Calcutta
Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare. - Calcutta
Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare. - Calcutta
Volevo avere dei figli, né troppi, né pochi, né tardi, né domani. Con l'inverno che avanza tu vuoi aprire un'azienda che fa tende con le mani e ho fatto una svastica in centro a Bologna ma era solo per litigare. - Calcutta

Altre frasi di Calcutta

Mi prenderò un gelato con il tuo sapore. Ti spaccherò la faccia se non mi dai il cuore. - Calcutta
Ti chiedo scusa se non è lo stesso di tanti anni fa. Leggo il giornale e c'è Papa Francesco e il Frosinone in Serie A. - Calcutta
Mangio la pizza e sono il solo sveglio in tutta la città. Bevo un bicchiere per pensare al meglio, per rivivere lo stesso sbaglio. A mezzanotte ne ho commessi un paio. - Calcutta
Ti chiedo scusa per l'appartamento e la rabbia che mi fa. Non ho lavato i piatti con lo Svelto e questa è la mia libertà. - Calcutta