La frase del giorno
Attenzione, attenzione, Nils è defunto. Ripeto: Nils è defunto, pezzo di merda, e, con lui, il suo amichetto. Poi, ci sono i tre che giocavano a guardie e ladri, quelli che hai lasciato alla banca. Anche loro faranno tardi. Sì, te la faccio io, una proposta. Appena ti prendo, caro ragazzo, posso schiacciare la tua testa di cazzo
Senti, cerca di non fare il furbo. Ho un mal di testa formato famiglia! E questo grazie a te! Hai rotto il cazzo coi tuoi indovinelli! Qual è la scuola? Dov'è la bomba?
Sei tu il mastro di chiavi?
Yippie Ki-Yay figli di puttana!
Perché preoccuparsi? Ognuno di noi porta sulla schiena un acceleratore nucleare non autorizzato.
Se fallisci tu ci penso io. Se fallisco io ci pensi tu.
Non c'è niente di più soffice e dolce di quei candidi gnocchi di lichene!
Venimmo, vedemmo e lo inculammo!
Chiamate il 911, un uomo sta per essere ucciso.
Non è la mia ragazza. La trovo interessante perché è una cliente, e perché dorme sopra le coperte; a un metro e venti sopra le coperte. E abbaia, sbava, artiglia...
Sei tu un dio?
Pigliala! Era lì tutto il tuo piano? Pigliala! Molto scientifico!
Gozer il gozeriano? Buonasera! Io come rappresentate legalmente designato dalla città, contea e stato di New York, ti ordino di cessare qualsiasi attività soprannaturale e di tornare subito al tuo luogo d'origine o nella più vicina delle dimensioni parallele!
Vacci piano! Ne ho fatto una regola di non possedere mai le possedute. ...veramente è più un indirizzo che una regola!
Tu non mi piaci perché so che mi farai ammazzare.
Spengler, sono con Venkman. L'ha smerdato!
Mai incrociare i flussi!
Peter, alle 13.41 nella sede della Biblioteca pubblica di New York, nella 5th Avenue a dieci persone è apparso in fluttuazione libera un torso di consistenza vaporosa, faceva volare i libri soffiandoci a distanza terrorizzando una povera bibliotecaria!
Sei tu il mastro di chiavi?